Un mese al Natale

cropped-zucchero-e-the-aromatizzati1.jpg

Inutile che facciamo finta di niente, ci stiamo già pensando tutti, Natale sta per arrivare.

Il mondo si divide secondo me in due categorie: quelli che pensano sempre al Natale, che non vedono l’ora che sia Natale, che Natale dovrebbe durare tre mesi, che l’albero alla data dell’otto dicembre è già stagionato in sala, quelli che Natale è una missione; e quelli che Natale dura troppo, che Natale è una festa come un’altra e via dicendo con cosacce simili.

Io sono ovviamente appartenente alla prima specie di persone. Anzi, io sono l’esasperazione della prima categoria, io se fosse per me, inizierei ad addobbare, e a preparare addobbi già ai primi di novembre. Mi contengo solo per una questione logistica: a casa mia è Natale dopolafestadelnano. (Il nano in questione è nato a metà novembre, e fino alla sue festa è tutto un prepara, cucina, insomma, per me anche organizzare una festa per un bambino è una missione.

Finita questa, inizia la maratona Natale. La faccio con voi quest’anno, proviamo a prepararci insieme, proviamo a (risatina di sottofondo) organizzare anche l’arrivo del Natale.

Un mese prima di Natale si possono già fare tante cose. (Io penso che sia anche tardi per tante cose). quindi, non c’è tempo da perdere. carta e penna, e via con una belle serie di liste. (Ammetto di avere un problema con le liste, ne sono dipendente).

L’obiettivo è Affrontare le feste sereni e felici, godere la Famiglia e il Natale con la giusta gioia e con la giusta calma nel cuore, che troppo spesso la frenesia e la corsa quotidiana ci fanno perdere il senso cristiano e intimo della festa.

Iniziamo dai regali, che è qullo che sto facendo da un pò di giorni…

Regali di Natale fatti in casa.

Se siete di quelli che ogni anno dicono “Ok, stavolta farò il più possibile regali home made”, ma poi tutti gli anni ve ne ricordate il 20 dicembre, che siete in ritardo anche per comprarli i regali, beh, quest’anno proviamo a cambiare. Vi va?

  1. Preparatevi un bell’elenco delle persone alle quali dovrete fare dei regali, inclusi pensierini per colleghi, per le eventuali maestre di scuola, amici, suceri, marito e figli in ordine sparso.
  2. Fatevi un’idea di cosa regalare, e a chi regalarlo, e raggruppate mentalmente i regali per negozio in cui li potreste comprare.
    Questo elenco ve lo dovete tenere in borsa sempre, fino al 25 dicembre, ok?
    Da adesso in poi, quando andate in giro, tenete sempre a mente se qualcosa che trovate nei negozi possa essere un regalo di quelli che avete deciso. Ci risparmaimo le code, glia ffollamenti nei negozi il 23 Dicembre, e ci guadagniamo che nei giorni immediatamente prima di Natale vi godete il tempo come pare a voi, senza l’obbligo di niente, abbiamo pensato a tutto con calma!
  3. Ora lasciate un attimo da parte i regali da comprare, perchè se avete le idee chiare, ci mettete poco tempo
  4. Da adesso in poi, appuntatevi ogni idea che trovate su Pinterest (non avete Pinterest? rimediate SUBITO), specialmente quelle fai da te, ogni spunto è buono, e abbinate ogni pensiero alle persone che potrebbero gradirlo.

Amo i regali fatti in casa. Senza mezze misure, credo che nessun dono prezioso e nemmeno il più costoso possa mai competere con una cosa, una qualsiasi, ma preparata in casa, dedicata alla persona, e impreziosita dal nostro tempo e dalla dedizione che lo rende unico.

Concediamoci il lusso di preparare in casa qualche regalo, invece della frenesia dei negozi (pure bellissima e necessaria in questo periodo), avremo in cambio il profumo di spezie ed il calore di una tazza di tè.

.Le mie idee per quest’ anno sono semplici, e la maggior parte viene dalla cucina;
Preparato per ciccolata calda, tisane o the aromatizzati che sto già preparando con la frutta essiccata (si, con l’essiccatore, era ovvio), che si possono abbinare ad una tazza, o ad un sacchetto di biscotti che farò, o a un copritazza fatto all’uncinetto. (Per ora ne ho fatto uno, vediamo), ma dalla cucina usciranno cose molto più originali e simpatiche, ve le farò vedere. (Giusto il solito tempo di fotografare-pubblicare).

Intanto per mettervi qualche link concreto, che se volete vi mettete subito a fare, rispolvero questi zuccheri e thè aromatizzati, che siete in tempo perfetto per farli e regalarli profumatissimi per Natale.
Poi va beh, cestini con marmellata, una bottiglia di liquore fatto da noi quest’estate, biscotti…ma la cosa più simpatica ed originale che mi è venuta in mente è questa: dischetti levatrucco di cotone, no usa e getta, in un bellissimo barattolo di vetro decorato, che appena lo finisco e lo fotografo lo metto anche sul blog. Almeno vorrei finirlo-fotografarlo-metterlo sul blog.
Se siete capaci di lavorare i ferri, le sciarpe a Natale hanno un sapore speciale, specie se fatte da noi…io ci sto già lavorando ma….sssh, è una sorpresa 🙂

Vabbè, mo aggiungo un piccolo dettaglio. Faccio outing con un’altra mania delle mie…Il Quaderno dei regali. Avete già capito. Anno per anno, Natale, compleanni, ogni ricorrenza e ogni regalo fatto e ricevuto passa dal mio quaderno. Prendetemi per matta, o per maniaca (come dice mia cugina Silvia), ma non avete idea di che bello è sfogliare quel quaderno e ricordare… Perchè qualcosa sfugge sempre, qualcosa merita però di essere ricordato ogni tanto, e rileggendo quel regalo che miha fatto qualcuno in quel Natale, ne risento il profumo, il ricordo, la sensazione bellissima della nostalgia.

Beh, cosa aggiungere? Al lavoro dai, praticamente è Natale!
Nei miei programmi ci sono post futuri con argomento “la casa a Natale”, e “Tavola e menu’ di Natale”…ma non garantisco 😉 sono pur sempre Claudia!

 

Annunci

Housekeeping for dummies – attenzione a non sprecare acqua

Questa settimana, insieme ai menù, un altro dei primi post che ho scritto, un argomento che mi piace tanto e che penso che approfondirò anche altre volte. Sembra una minaccia? 😉

L’idea alla base è il non sprecare, o meglio cercare di ottimizzare le risorse che abbiamo, in un’ottica positiva di decrescita e di sostenibilità. Il discorso è ampio, e ci vorrebbero mesi di parole, ma senza volere essere esaustiva, posso condividere con voi i passi che sto facendo in questa direzione, magari vi ispiro un pò.

Il post si chiamava Acque preziose, riutilizzare e non sprecare le acque di cucina, lo copio con qualche aggiunta strada facendo.

Continua a leggere

Che si fa se arrivano ospiti all’improvviso, in orario di aperitivo.

Ho pensato che in questi post che accompagneranno i menù per settimana, potevo riproporre qualcosa di vecchio  vintage (scusate, fa più scena). Pensavo a qualcuno dei primi post che ho scritto, che sono stati letti meno degli altri e un pò mi dispiace, e poi ci stanno bene in questa categoria.
Anche stavolta ancora cucina, una cosa che capita a tutti e manda più o meno tutti nel pallone. Che si fa se arrivano ospiti all’improvviso ed è ora dell’aperitivo? mica vogliamo mettergli davanti una birra e stop?
Allora la domanda è: c’è un modo per uscirne bene, far uscire gli ospiti a pancia piena senza telefonare alla pizzeria dietro casa? Alla fine penso di si.
Ora che sono andata a ricercarlo, mi accorgo che questo post è il secondo in assoluto…Si vede che ce l’ho sempre avuta sta fissa del che faccio se.

Questo è quello che avevo scritto, più o meno, e alla fine c’è il solito meal plan.

Continua a leggere

Housekeeping for dummies, ovvero qualcosa di nuovo qui su fornellidisalvataggio

foto planning menù settimanali

Oggi dò il via ad un’idea che ho da un pò, ovvero portarvi via dai fornelli, da pentoline e dolcetti, ed iniziare a parlare di una cosa che va molto di moda, che serve a tutti e non piace a nessuno, ovvero la gestione della casa, delle pulizie, insomma dell’organizzazione in generale. Housekeeping for dummies, mi viene in mente, dove il dummies (nel senso di imbranato) sono io in primis, e questo è uno dei miei innumerevoli tentativi di mettere ordine.
Così questo spazio dovrebbe diventare il contenitore giusto per infilare tutto quello che non è cucina, ma che vorrei condividere con voi,  mettere per iscritto (che sembra più vero e ci credo di più anche io, e penso di più che ce la posso fare).
Consigli, esperimenti e idee in ordine sparso su lavatrici, pavimenti, spesa, saponi, armadi eccetera. (Prometto che non citerò MAI la Kondo e il suo “Magico potere del riordino”, se lo faccio siete autorizzate ad abbandonare per sempre la pagina).

Continua a leggere