Meal plan della settimana, almeno in teoria

Mi piace pensare che succederà di nuovo ogni lunedì, ma sono sicura che non succederà ogni lunedì, ciò non toglie che intanto oggi succede.

Capita che abbiamo in mezzo molte cose, come tutte le famiglie, che certe volte pensi che sei un taxi, lo dici per scherzo, lo diciamo tutti, ma i chilometri della macchina parlano chiaro. Capita che ho dovuto fare un promemoria settimanale su chi riprende quale figlio, e non è tanto per dire, l’ho messo sotto la tastiera della mia scrivania a lavoro, l’ho fotografato e mandato a doc, perché così ogni giorno sappiamo chi deve prendere Nicolò, chi invece Nora Maria, perché in questo caotico inizio di ottobre ogni giorno ha la sua organizzazione, settimana per settimana perché è ancora tutto provvisorio, ti dicono i prof a scuola, al conservatorio eccetera. Quindi in cucina sulle mie mollettine del meal plan c’è un foglio anche, che è un promemoria di quello che succede da lunedì a venerdì. L’obiettivo è non scordare in figli nelle rispettive scuole, non fargli saltare le lezioni al conservatorio, i rientri a scuola, gli allenamenti di rugby, riuscire ad andare a lezione noi due (caraibico) riuscire a (ri)iniziare danza io, e violino doc. La piccina salta, mi sa, avrei anche provato a portarla a danza, in un buco di un’ora del venerdì, però lei (per fortuna da un lato) non mi si stacca dalle gambe, ci riproverò in un’altra vita l’anno prossimo. (con un po’ di senso di colpa perché se insistevo forse andava).

Stasera, domenica sera, ho programmato tutta la settimana ed una serie di opzioni di cene, più due o tre pranzi freddi per chi rientra a pranzo, quindi c’è una vellutata di piselli, che si riscalda con un attimo, un po’di formaggi e ancora qualche pomodoro dell’orto.

Segue quindi breve elenco di pasti serali più o meno probabili da suddividere a piacere, basta il pensiero.

Ho un SUGO DI AGNELLO bello pronto che mi ha anche sporcato tutta la cucina, lunedì mattina alle due e mezzo è (più plausibile) cuocerò la pasta, la condisco, e lunedì sera (orario di rientro stimato ore 20,30) basta scaldarla al forno. (Con formaggi per i maschi). (Il che fa avanzare un po’ di carne al sugo che salverà il pranzo casuale di qualcuno, tipo di doc martedì).

Ho lessato i ceci, e quindi in una sera che prevede un rientro decente PASTA E CECI ci sta di sicuro (potrebbe essere mercoledì).

Mi sono tornati in mente gli involtini di verza, che potrei fare con un contorno di finocchi in padella, che Nadia, la mia suocera fashion, ha cucinato benissimo qualche sera fa e ci é venuta voglia di rifarli. E questo per forza martedì, che anche se andiamo a cena dai nostri amici io devo cucinare che martedì è il solo giorno che rientro alle sei e mezzo ma poi non devo fare niente altro. Quindi si cucina e si conserva.

Poi ci vuole un po’ di pesce. Allora ho delle code di rospo congelate, che metterei in forno con patate forse giovedì, mattina forza stavolta (promemoriascongelamentopescemercoledìsera) le cuocio e le scaldo ad ora di cena dopo lavoro conservatorio lavoro danza .

Io al venerdì mi sono stufata di cucinare. Per fortuna avevo messo via gli involtini martedì 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...