Organizzare una cena tra amici. Scegliere il menù, qualche idea e il meal plan del lunedì.

IMG_0470

Diciamo che basta di immaginare scenari dell’ultimo minuto, e vediamo invece insieme una cosa che mi piace tantissimo, cioè come si organizza una cena tra amici, di quelle tranquille, informali, con gente che conosciamo e con cui stiamo rilassati.
Come si compone un menù, come si sistema la tavola, come fare anche la spesa.
Se siete di quelli che hanno ospiti alle otto e mezzo, e alle sette sono al supermercato girando tra gli scaffali per decidere che mangiare,  e vi va bene così, passate oltre, perchè beati voi :).
Per me ogni cena è speciale, e mi mette quella puntina di sana agitazione; ogni amico o familiare che viene a casa, ogni volta, merita la mia attenzione. Mi piace fare le cose per bene ma non sempre ho tempo, e i miei amici lo sanno bene che spesso anche da noi si mangia a casaccio, posate buttate alla bene e meglio sul tavolo, piatti impilati per il fai da te, tovaglioli e bicchieri alla rinfusa. Ma chi frequenta casa mia sa anche bene che se voglio, se mi ci metto, se ho tempo, sono maniacale, e posso anche cambiare tre volte la tovaglia a tavola se non mi soddisfa l’effetto. (Cosa realmente successa, e non una volta sola) (chiedetene conferma al Doc).

Tutta questa attenzione, (io lo chiamarei amore) verso il ricevere “fatto per bene”, mi ha portato alla fine ad avere un mio metodo, che indovinate un pò, prevede carta e penna (quanto mi piace scrivere…) e che, indovinate un pò, sto per raccontarvi.
Insomma, non vi sto dicendo di diventare le perfette padrone di casa, magari… (o magari non ve ne può fregare di meno), ma possiamo sempre provare a ricevere con un certo stile, con un allegria e senza stress. Soprattutto.
Per  me infatti, l’obiettivo è sopratutto questo: godermi la serata in compagnia delle persone che ho invitato. Quindi, non passarla correndo tra la cucina ed il frigo, tra la tavola ed il lavandino. E poi, ovvio che tutti vorremmo che il nostro sforzo sia ripagato, e che tutto andasse per il meglio.

Per fare questo, inizio dalla scelta del menù, ovvero dal comporre un meù ben fatto.
E la domanda è: come si compone un menù? E la risposta è: “bella domanda”.

Intanto, prima cosa, fondamentale, importantissima, accertatevi di eventuali allergie alimentari di chi viene a cena; lo so che ve lo aspettavate detto da me, ed è anche ovvio che io lo dica.

Visto che si tratta di una cena tra persone che frequentiamo,  per prima cosa ricordiamoci cosa abbiamo cucinato l’ultima volta che questa persone sono state a casa. Mo ve lo dico. Io me lo scrivo su un quaderno (bellissimo). Non tutte le volte eh, ma spesso si, mi appunto il menù, mi appunto anche che tovaglia ho messo, insomma, lo so, è da matti.
Dopodichè consideriamo con calma questa cose:
Quanto tempo avremo per preparare effettivamente la cena?
Avremo o no modo di portarci avanti con qualcosa il giorno prima?
Avremo qualcuno che ci aiuta in cucina? (marito, amica, o beate voi, cameriera)
Serve un menù a parte per bambini?
Considerate anche che avete un forno solo, (mediamente) e in media 4-5 fornelli, per calcolare bene cosa e quando cuocere.

Scegliete menù pensando ai vostri ospiti, a cosa amano, a come sono, a che serata vi aspettate. Se la vostra amica è in dieta perenne, vorrete mica farla soffrire tutta la sera con portate da novecentotrenta calorie a morso? Eviteremo poi di proporre allo zio amante  della cucina tradizionale piatti alternativi o con sapori e accostamenti insoliti.

Qualcosa da mangiare con le mani, (come un’arrosto alla brace) o da uno stesso piatto (come la polenta), o qualcosa da finire di preparare insieme (come le pizze) rendono per forza allegre e caotiche tutte le serate, e saranno di aiuto per momenti no, vostri o dei vostri amici.

Ricordatevi che quello che mettete a tavola è la cura che avete per quelle persone, in quel momento. E’ come scegliere un regalo, bisogna pensarlo, immaginarlo, curarlo, e allora arriverà dove deve.

Per essere meno romantici e più pratici:

Scegliete un’idea di base, che non deve per forza significare un menù a tema, piuttosto, una linea da seguire in base alle considerazioni fatte sopra sul chi viene a cena. (menù light, menù di tradizione, menù di pesce, cucina vegetariana…)

Tenete conto della stagionalità; è sempre bello portare in tavola prodotti freschi, e di stagione. Non mi verrebbe mai in mente di fare un risotto alla zucca a maggio, o una pasta con i carciofi ad agosto, o una zuppa di porcini e castagne a luglio. No? Stagionalità significa anche adattare le temperature e le consistenze alla stagione; prediligere le zuppe in autunno, i piatti freddi  in estate…a casa mia si usa fare la lasagna ogni ferragosto, non è che poi uno non la mangia… ma insomma, meglio un’insalata fredda no?

Ricercate omogeneità nel menù. Secondo me si accostano male cibi caldi con cibi freddi, (tipo un antipasto freddo come un gazpacho, e un primo molto caldo subito dopo; carne con pesce, oppure piatti piuttosto alternativi con altri molto tradizionali. Come diceva già qualcuno, sushi e tagliatelle non sta proprio benissimo.

Variate gli ingredienti, e bilanciate eventuali sapori forti. A meno di casi particolari, non ripetete un ingrediente troppe volte in troppe portate. A meno che non stiate facendo la serata funghi, non fate un riso ai porcini, il filetto ai porcini e funghi di contorno. Che se a qualcuno non piaccioni i funghi poi sono problemi. I menù monotematici vanno pensati e condivisi con gli ospiti prima della cena secondo me.

Tutte queste considerazioni ci orientano nella scelta di cosa cucinare. Suddividiamo il menù per portate;
aperitivo – antipasto a tavola – primo – secondo e contorni –  dolce, frutta eventuali biscotti per accompagnare i liquori. Sono tantine tutte insieme, e secondo me non affatto necessarie in una serata informale.
Il consiglio che posso darvi è di lasciarvi ispirare da una portata in particolare, e di costruirgli intorno il menù.
Abituatevi a tenere in qualche modo in mente delle ricette che vedete in qualche rivista, libro, blog, e che vorreste provare alla prima occasione, salvatele sul pc, mettete le pecette colorate ai libri o ai giornali, e prima di decidere il menù per la cena riguardatevele un attimo, che vi saranno di ispirazione.

Prevedete un aperitivo leggero in piedi, o comunque non sul tavolo della cena (che sia quindi monoporzione e mangiabile con le mani). Io di solito lo metto in cucina, e lo magiamo insieme mentre finisco di sistemare le ultime cose, o scaldo quello che ho pronto. Verdure in pinzimonio, qualche fetta di pecorino con una o due marmellate particolari,  spiedini di caprese se è estate, o qualche bruschetta mini se è inverno. Niente di esagerato insomma, nemmeno nelle quantità.

Se decidete per primo e secondo, evitate l’antipasto seduti, perchè si rischia di esplodere a metà del primo sennò. Personalmente, mi oriento su una delle due cose; un primo piatto o un secondo anche un pò elaborati, preceduti da un antipasto e da un pò di contorni.
Questo mi permette di divertirmi un pò con gli antipasti seduti; una torta rustica particolare, qualcosa a base di uova, se non sono previste in altri piatti del menù, o anche poco passato di un paio di verdure di stagione, non riempie troppo e fa figura, ed è anche fattibile in anticipo.

Optate ovviamente per primo e secondo se avete poco tempo, perchè fare più antipasti richiede più lavoro, più piatti, più portate eccetera.

Adesso sedetevi, tazza di the, carta e penna, e iniziate a buttare giù le idee.
Appena avete fatto, individuate per ogni portata gli ingredienti che vi servono e quelli da comprare, e da lì fate la lista della spesa.
Poi decidete quando fare la spesa, e intanto individuate se potete anticiparvi nel preparare qualcosa, e quando, e se non potete, fatevi un’idea dei tempi di ciascuna portata, decidete cosa fare prima e cosa poi, insomma, ancora, organizzatevi.
Sempre menù alla mano valutate che piatti usare, se vi servono o no ciotoline, particolari vassoi da portata e via dicendo.Anche se non li prendete fisicamente, pensarci vi farà risparmiare tempo; ricordatevi anche delle postate da portata. Arrivate al momento di cucinare con la cucina in ordine, la lavastoviglie vuota, insomma non createvi altri impicci inutili.

Adesso avete un’idea abbastanza chiara della serata. Cibo deciso, più o meno anche i piatti, dedicate cinque minuti a scegliere tovaglia, tovaglioli, bicchieri, e magari anche una eventuale piccola decorazione per la tavola.

Avere pianificato tutto vi fa sentire più sicure e di certo vi godete la serata molto meglio, quindi trovate un quarto d’ora per sistemarvi un pò davanti allo specchio, magari per cambiarvi, scegliere un bel cd e riposarvi 3 minuti sul divano.

A fine post, come (quasi) sempre, i menù della settimana.

L:   P: Pasta aglio olio e peperoncino  C: carne al rosmarino e birra, piselli per contorno
M:  P: Uova strapazzate e salmone  C: polpette di tacchino e patate in padella
M:  P:  minestrone  C: peperoni ripieni di pane e verdura
G:  P: zuppa di cicerchie  C: frittata con le patate, insalata di pomodori e rucola
V:  P: io sono al lavoro, e doc si arrangia  C: fuori

Annunci

One thought on “Organizzare una cena tra amici. Scegliere il menù, qualche idea e il meal plan del lunedì.

  1. Credo che ricevere sia davvero un’arte, mi piace che i miei ospiti siano a proprio agio e trovino un ambiente confortevole. Non importa se non è tutto tirato a lucido, ma anche se vengono a pranzo i miei genitori mi piace che trovino il bagno pulito e la sala in ordine oltre che ad un pranzo ben preparato, fosse anche solo una pasta!
    Quando organizzo una cena/pranzo informale mi faccio una lista delle cose da fare e le pianifico durante il giorno cercando di darmi un timing (per esempio, mentre la torta cuoce taglio la verdura). Appendo questa lista dentro un’anta della cucina e tengo lì dentro una penna per spuntare le attività man mano. In questo modo non arrivo di corsa e riesco a trovare il tempo di essere presentabile anch’io! Ottimi consigli 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...