Cake di focaccia, o pizza cake

pizza cake fette

Così di punto in bianco, come se non fossero passati mesi dall’ultima cosa pubblicata. (sei ferma ai carciofi Cla).

Così di punto in bianco, senza parole non richieste e senza le banali frasi di rito (assenteingiustificata, il blogmièmancatomablablabla,  scusatelassenzamaèstatounperiodoboh ).

Così, un giorno qualunque, una ricetta senza grandi pregi. semplice e buona come pane e pizza, come le cose belle e buone e semplice come riaprire una pagina e rimettercisi a scrivere sopra.

Succede a casa mia che la pizza si faccia due kg di farina per volta. Che siamo 3, 4, 8, io sempre almeno due kg di farina impasto, secondo il principio che dove va trenta va trentuno, e che tanto che mi trovo a impicciare, se avanza mi congelo le focacce. Succede che difficilmente avanza, e quelle rare volte congelo le pizze belle intere e cotte e mi sembra di avere un piccolo tesoro nel congelatore.

Insomma per farla breve, cosa che non mi viene mai bene, decidiamo che “staserapizza”. Siamo tre, chiamo i miei e siamo 5 forse c’è mio fratello e siamo 7. Siamo vicini al ferragosto e metto i miei due kg di farina (più acqua), pensando alle focacce, e mi trovo con tre kg di impasto. Mio fratello non viene più – mio papà impegno imprevisto – totale mangianti 3 adulti più il nano. con tre kg di impasto che ormai era in fase di fine lievitazione e aveva riempito la mia bacinelladapizza.
E io quasi quasi contenta, sorrido e penso a quante belle focacce e pizze mi avanzano da congelare. Troppe. Ho finito le teglie. Nasce così il focaccia cake, che però diventa pizza cake che suona molto meglio.

Metto gli ingredienti nelle quantità umane di una pizza per 4 persone, questa è la dose collaudata, se faccio la pizza a peso e non a occchio uso queste dosi.

Ora attende in congelatore, bello pronto ad essere mangiato a Campo Imperatore, in uno dei posti più belli del mondo secondo (non solo) me,  insieme ad altre focacce e pizze, e a persone bellissime.  E così l’ho lavorato pensando a quant’è bella l’estate, anche se fa Davvero. Troppo. Caldo., e pensando al Ferragosto, alla bellezza di saper amare quello che abbiamo davanti, agli amici e alla famiglia, e al rimettersi sempre in discussione e a rimettersi sempre in gioco anche se potremmo uscirne un bel pò ammaccati. Insomma tutto questo silenzio una ragione ce l’ha, infine, ma i pensieri si accavallano e le parole non escono. buon Ferragosto a voi e mettetevi subito a fare le focacce.

pizza cake


FOCACCIA NELLO STAMPO DA PLUM CAKE


INGREDIENTI:

700 gr di farina (300 gr di farina bianca, 200 di semi integrale e 100 di integrale è il mio mix preferito)

350 gr di acqua

25 gr di sale

60 ml di olio extra vergine

1 bustina di lievito secco, (o un cubetto di lievito di birra) se andate di corsa, o 80 gr di lievito madre rinfrescato, se avete tempo.

PREPARAZIONE:

Sciogliete il slae in poca dell’acqua dell’impasto.

Se usate il lievito madre mettetelo a sciogliere in metà acqua.
Mettete la farina in una ciotola capiente, aggiungete un cucchiaio di zucchero e mescolatevi il lievito in polvere, amalgamandolo bene;
iniziate a versare l’acqua un pò per volta, lasciando per ultima quella col sale; impastate un pò e poi aggiungete l’olio. Io lavoro l’impasto per almeno 10 minuti, a mano o meglio ancora con un’impastatrice. (ho qualche problema coi 3 kg di solito, perchè il Doc l’impastatrice industriale ancra non me la compra 😉

Detto ciò, procedete con la prima lievitazione, al caldo e coprendo la bacinella con un telo di lino, l’impasto deve raddoppiare, e col lievito chimico impiega circa tre-quattro ore.

Riprendete la pasta lievitata; preparate la teglia da plum cake foderandola con carta da forno, e preparatevi anche altre 2 teglie per le focacce, a meno che non abbiate una serie di stampi da cake (nel qual caso vi ammiro tantissimo)  e con le mani unte di olio ricavate dei panetti non troppo piccoli, che lascerete riposare un’altra mezz’ora almeno,  direttamente nelle teglie.

Per fare il cake, fate due cordoni e attorcigliateli insieme prima di disporli nella teglia.

Per le focacce invece spianate con la punta delle dita la pasta lasciando dei buchetti. Prima di infornare spolverizztae con sale (magari aromatizzato) e con olio.

Fate cuocere dino a doratura (mezz’oretta circa) e buon appetito e buon Ferragosto. Non vi dico a presto, non dico niente.

Claudia

 

 

Annunci

2 thoughts on “Cake di focaccia, o pizza cake

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...