Fare in casa: Dado vegetale in barattolo

dado di verdure home made (1)
Una ricetta semplice e facile per fare il dado di verdure in casa, con poco tempo e poca fatica.

Ho preso tempo a lungo prima di scrivere questo post. Il problema erano e sono le foto. Non è che una poltiglia verde, molliccia, sia così fotogenica….ma, a dispetto dell’estetica, ha vinto l’utilità di questa preparazione.

Io sono per i prodotti sani, che sanno di quello che sono, che siano poco lavorati, e non di sintesi. Il dado è l’antitesi di questa mia idea, della mia idea di cucinare, e quindi non mi piace usarlo. (Forse c’entra qualcosa quel mio amico che tornò scioccato da una fabbrica dove producevano dado di carne, forse c’entra il fatto che ci ha raccontato cose poco accettabili, forse non  mi piace che tutto sappia della stessa cosa, e che in un prodotto che dovrebbe insaporire ci siano grassi all’interno. Forse.)

Resta il fatto che però si va sempre di fretta, e a volte anche fare un banale brodo vegetale costa fatica, in termini di tempo. Allora ho risolto con questo preparato fatto in casa, che è semplice da fare e richiede solo una lunga cottura ed un buon frullatore. Lo preparo a fine estate, prima che finiscano le verdure all’orto, e sterilizzando i barattoli resta buono tutto l’inverno.


DADO VEGETALE HOME MADE


INGREDIENTI:

verdure miste, in proprorzioni variabili, ma all’incirca:

2-3 carote, 2-3 zucchine, 2 pomodori rossi – 1 cipolla grande

200 gr di sedano, un mazzetto di basilico, un bel ciuffo di prezzemolo, tre rametti di rosmarino, 4-5 foglie di salvia – 2 foglie di alloro – 2 rametti di timo

200 gr circa di sale grosso

3 cucchiai di olio e.v.o.

PREPARAZIONE:

Pulite le verdure, e fatele a pezzi, poi disponetele in una pentola ampia, con l’olio.

copritele col sale. Ho dato la dose di 200 gr, ma considerate che il sale deve abbondantemente coprire le verdure nella pentola.

Fate cuocere senza aggiungere acqua, a fuoco medio, per un’ora circa, e poi frullate le verdure con un buon frullatore ad immersione.

Riprendete la cottura per un’altra ora, a fuoco bassissimo e mescolando spesso; il composto si deve rapprendere un pò, ed avere una consistenza cremosa e compatta, tipo marmellata.

Invasate in vasetti puliti e sterilizzate come d’abitudine, poi conservate al fresco, ma in frigo una volta aperto il barattolo.

NOTE, CONSIGLI D’USO:

Intanto, usate vasetti piccoli, perchè il prodotto aperto è abbastanza soggetto a muffe e alterazioni.

Per quanto riguarda l’utilizzo, regolatevi in base al sapore; iniziate da un cucchiaino per litro di acqua, e aumentate in base alla sapidità del prodotto, che essendo molto “home made” è poco standardizzabile. Ovviamente si può usare in tutte le preparazioni che volete (dalla semplice minestrina, alle verdure in padella, carni da fare al forno, risotti eccetera).
Se preferite congelate il dado in cubetti da ghiaccio, che poi userete in monoporzione (fate congelare negli stampi da ghiaccio, poi una volta congelati i “dadini” potete toglierli e tenerli in un sacchetto, in modo da poterne fare altri e liberare il contenitore).

Un’altra possibilità è quella di “spalmare” un pò del dado che avete preparato su un vassoio o una teglia adatta al microonde ed essiccarlo apotenza di 600 W per due tre minuti per volta, controllandolo spesso. Si formerà una sorta di crosta che poi dovrete pestare in un mortaio, per avere una polverina, tipo dado vegetale granulato. Questa polvere è molto più concentrata e salata rispetto al dado che avete preparato all’inizio, quindi ne userete molto meno.

dado di verdure home made (5)

Annunci

8 thoughts on “Fare in casa: Dado vegetale in barattolo

  1. Io avrei bisogno di una persona santa che mi spiegasse come si fa correttamente la spesa! Io spendo sempre un sacco e la roba che compri dura pochissimo. C’è un modo per fare una spesa intelligente?

    1. E’ la domanda del secolo mi sa’ 🙂
      In ogni caso qui su Fornellidisalvataggio sotto la voce menù settimanali, trovi qualche consiglio dato da me, la donna caos, che cerca di gestire l’autogestione della mia vita.
      https://fornellidisalvataggio.wordpress.com/2014/03/10/che-si-mangia-oggi-ovvero-i-miei-menu-settimanali/
      qui ti linko il primo dei post col planning, che è una cosa che faccio ogni lunedì, ed in base a questo faccio la spesa, pensando alle effettive necessità della famiglia.
      Non ti nascondo che sul calendario in cucina mi segno la scadenza di alcuni prodotti, e se non li consumo, dove posso congelo! Pensare a “cosa e quando” prima di comprare è la cosa penso più importante. Se ti posso aiutare in altro modo sono qui 😉
      claudia

  2. Ma nessuno si e’ accorto che negli ingredienti ci sono le zucchine menzionate per 2 volte e in quantitativo diverso? Quindi qual’e’ l’ingrediente mancante? Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...