Torta profumata alla lavanda, e sorprese di un’estate

torta al cioccolato e lavanda (5)

Questa torta profuma di cioccolato, di buono, e di lavanda. E però per me ha il profumo dell’amicizia, della condivisione, di quanto di bello esce fuori quando entriamo in contatto con gli altri, quando incontriamo persone che in qualche modo lasciano il segno.

E’ una torta uscita dal forno di casa mia, ma virtualmente è nata un pomeriggio di fine estate, davanti a un pc, tre amiche, e uno sciroppo di lavanda.

Ho incontrato Laura e Marianna da poco, ma ci sono persone con le quali l’affinità è immediata e quasi totale…quante volte ci siamo trovate a dirci che “…è bello trovare qualcuno della tua stessa specie…” (dove per qualcuno della tua stessa specie si intende qualcuno che puoi trovare alle sette di mattina seduto in cucina con davanti innumerevoli riviste di cucina aperte, con mille pieghette per tenere i segni…qualcuno che come te capisce quanto sia importante avere un dolce pronto per colazione o merenda in un’alzatina di vetro, con un bel centrino sotto… che deve aumentare la libreria perchè ha più libri di cucina che capelli in testa, e che comprare qualche nuovo strumento da cucina dà la stessa soddisfazione di un paio di scarpe). Ecco, queste siamo noi, che offriamo torte già tagliate “perchè dovevo fare la foto”, che tutti a tavola e scappiamo con la cena, la portiamo nel nostro “set” perchè “è venuta benissime allora la devo fotografare”.

E va da sè che se ci incontriamo si parla di cibi, sapori, tecniche. E infatti questa torta nasce a sei mani, perchè ognuna ha messo un pezzetto.

torta al cioccolato e lavanda (3)

C’era la mia torta al rosmarino e cioccolato fondente, con la tecnica di estrazione a caldo, in olio, dell’essenza dal rosmarino. C’era l’idea di Laura di applicare questa tecnica alla lavanda. C’era lo sciroppo alla lavanda di Marianna, che ha innegabili proprietà rilassanti…così mi è venuta l’idea, e il risultato profuma di buono.

Provate questo dolce insolito, e lo sciroppo che preparate conservatelo in frigo, usatelo diluito in acqua, per una bevanda dissetante, insolita e, appunto rilassante.

 

Una sola precisazione: la lavanda che usate deve avere provenienza certa, da giardini non trattati con concimi e altri agenti chimici, ed evitate di raccoglierla a margine di strada, dove transitano macchine eccetera; se la acquistate, accertatevi che sia per uso alimentare. Se invece avete la fortuna di avere i fiori in giardino o in vaso, pronti da raccogliere, questa è la stagione buona, non sono più freschissimi, ma ancora non completamente secchi.

fiori di lavanda


SCIROPPO DI LAVANDA


INGREDIENTI:

1 lt di acqua

600 gr di zucchero

3 cucchiai di fiori di lavanda

PROCEDIMENTO:

Mettete a bollire l’acqua sciogliendovi lo zucchero, e poi, appena inizia l’ebollizione, aggiungete i fiori. Fate bollire almeno 10 minuti, (tenete presente che la proporzione fra acqua e zucchero non renderà lo sciroppo molto denso). Filtrate, fate freddare e imbottigliate, conservando in frigo.

torta al cioccolato e lavanda (2)


TORTA AL CIOCCOLATO FONDENTE PROFUMATA DI LAVANDA


INGREDIENTI:

 

100 gr di farina semi integrale

100 gr di farina 00

80 gr di farina di farro integrale

120 gr di zucchero (meglio se di canna)

2 cucchiaini di lievito per dolci

150 ml di olio evo

220 ml di acqua (LATTE chi può)

3 uova

150 gr di cioccolato fondente tagliato a scagliette irregolari

due cucchiai rasi di fiori di lavanda

2 cucchiai di sciroppo di lavanda

un pizzico di sale

COTTURA: in forno preriscaldato a 180°, per 45 minuti

PREPARAZIONE:

Come prima cosa, scaldare in un pentolino alto l’olio con i fiori di lavanda per tre o quattro minuti a fuoco medio. L’olio non deve friggere, ma appena scaldarsi, io lo spengo appena iniziano a fomarsi le bollicine d’aria intorno ai fiorellini. Spegnere e far raffreddare.

Nel frattempo mescolare in una ciotola capiente tutti gli ingredienti secchi, mescolando per amalgamarli,  ed in un’altra, anche più piccolina, rompere le uova e versare l’acqua.

Spezzettare il cioccolato fondente, lasciandolo irregolare, con alcuni pezzi più grandi, ed altri a scagliette sottili.

Sbattere acqua e uova (o latte) con una frusta a mano finchè si mescolano bene, ma senza sbattere troppo.

Quando l’olio si sarà freddato fino ad essere a temperatura ambiente, passarlo ad un colino per eliminare la lavanda, e poi unirlo alle uova con l’acqua.

A questo punto con una spatola in silicone, incominciare ad unire i liquidi nei secchi, a filo, e cercando di non far fare grumi.

Aggiungere alla fine le scaglie di cioccolato, ed infornare in una teglia già foderata di carta da forno o imburrata e infarinata.

Se vi sentite in vena di sperimentazione, beh,la dovete provare…

Annunci

12 thoughts on “Torta profumata alla lavanda, e sorprese di un’estate

  1. Sono ripetitiva se dico che anche io sono stra-felice di aver incontrato due della stessa “specie” come voi?
    E poi, oh…se ci ispiriamo così tra di noi, presto diventeremo moooooolto grandi, tantoooo grandi! ahahahaha
    fino ad allora, per favore, ne voglio una fetta :*

  2. Ragazze tanti complimenti, perché questa torta è una vera delizia. Ho giusto raccolto oggi la lavanda in giardino per farci sciroppo e marmellata, ma giuro che questa torta la voglio provare assolutamente. Anche se la mia intolleranza al glutine è ancora presente io la voglio assaggiare, una volta a settimana mi è concesso e sarà dedicato a questa ricetta!!
    Claudia, ancora tanti complimenti, magnifica torta!
    un abbraccio Manu

  3. carissima! eccomi di nuovo da te! ora che entrambe siamo state a favignana ti sento più vicina sai? come se condividessimo davvero qualche cosa di molto molto bello. un giorno lo passeremo insieme tra quelle viuzze, in bicicletta verso cala rossa: lo so. E lo spero.
    Qst tuo dolce è una meraviglia per i miei occhi e il mio palato. e me lo gusto tutto da qui sussurrandoti all’orecchio che ho in forno una cosina che ti riguarda…. 😉

    1. Elena ben trovata e ben tornata !! si tesoro, abbiamo condiviso qualcosa in effetti, che spero condivideremo davvero prima o poi…
      e…non vedo l’ora di sapere cosa stai sfornando… immagino il profumo.. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...