Ieri (festa dei papà)

foto 2

Ieri era la festa dei papà; ieri sarebbe stato anche il compleanno di nonno, la sua festa in quanto papà al quadrato (lo sono tutti i nonni no?) e anche il suo onomastico, dato che di secondo nome nonno Sisto si chiamava Giuseppe.
Saremmo andati tutti a casa loro dopo cena, a mangiare le zeppole con la crema e senza, e lui sarebbe stato lì seduto, felice, a guardare la sua rumorosa famiglia, con gli occhi che brillavano, seduto dove ogni tanto, per uno sciocco scherzo del mio cervello, mi aspetto di trovarlo la domenica a pranzo quando apro la porta di casa di nonna.

Ieri, un tremendo virus che mi ha messo KO, mi ha impedito di preparare le zeppole, o un altro dolce per il Doc, (detto Pak), per mio papà, (detto nonno Homer), e una serie di circostanze ha fatto sì che nessuno in casa abbia organizzato niente per il dopo cena…Insomma, niente regalo per Pak, sempre causa virus, niente zeppole…che amarezza, pensavo, verso mezzogiorno.

Ad un certo punto, però, più che altro per deteminazione, ho deciso che al Doc avrei comunque fatto trovare qualcosa di buono per pranzo. Buono, semplice, facile e profumato…Guardando la cucina mi è venuta l’idea. Spaghetti col sugo al basilico. foto 1

Doc ama le cose semplici e poco lavorate, ed ero certa, e avevo ragione, che avrebbe apprezzato.

Mi sono chiesta poi, avrà senso postare una ricetta così semplice? beh, non lo so, ma in fondo tutti abbiamo iniziato, e spesso i dubbi nascono anche sulle cose semplici no?

Quindi, ecco come faccio il sugo al basilico:

INGREDIENTI:

Olio extra vergine di oliva, 2-3 cucchiai in una padella piccola

2 spicchi di aglio

Polpa di pomodoro, 400 gr

Basilico; io ho usato la quantità che vedete nella seconda foto, più un ciuffetto per decorare il piatto (ma che dà comunque sapore)

Spaghetti, la quantità dipende da quanto mangiate 😉 , con questo sugo due porzioni si condiscono bene.

PREPARAZIONE: in padella; COTTURA: 10 minuti, più il tempo di cottura della pasta,

Scaldare in padella l’olio, con i due spicchi d’aglio interi, con la buccia, e leggermente schiacciati, io uso un pestello in legno, una botta non troppo forte, ma va bene anche con il dorso di un cucchiaio di legno;

senza far scurire troppo l’aglio, aggiungere la polpa di pomodoro, che deve essere bella densa e corposa (io non ho ancora chiaro se posso mettere i nomi delle marche di prodotti che uso, anzi, se qualcuno lo sa, e me lo dice, mi fa un favore).

Il sugo deve cuocere per pochi minuti, senza coperchio;a me piace che abbia sapore di pomodoro fresco, e uso la padella perchè evapora meglio e più omogeneamente; negli ultimi 3-4 minuti di cottura aggiungo sale e basilico, lascio cuocere appunto 3 – 4 minuti, sempre scoperto, spengo e condisco gli spaghetti. That’s all 😉

Ah, Doc ha gradito.

Ah, poi alle otto di sera, un ripensamento generale ha fatto sì che una piccola riunione familiare l’abbiamo improvvisata lo stesso, con tanto di zeppole tradizionali – comprate, vabbè – per brindare tutti insieme ai papà della famiglia (il Doc, poi mio padre e  mio zio), e soprattutto al Papà che non c’è più.

Auguri in ritardo a tutti, e un pensiero a te, nonno. Come sempre.

Annunci

7 thoughts on “Ieri (festa dei papà)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...