Zuppa di cicerchie, o dei legumi che preferite.

IMG_8850

In inverno ci piace tanto mangiare minestre di legumi, cerco di inserirle nel menù almeno una volta a settimana. Questa ricetta prevede l’uso di un legume particolare, ma, veramente, può essere adattata a ceci, molto simili alle cicerchie per forma e sapore, fagioli, lenticchie…insomma, come sempre, una base da condire con fantasia.

INGREDIENTI :

Per 3-4 persone:

500 gr di legumi secchi (cicerchie, o ceci, o fagioli…)

un cucchiaino di bicarbonato di sodio

3-4 carote medie

mezza cipolla bianca

una costa di sedano

cinque o sei pomodori pachino

1 lt di brodo vegetale (sedano carota e cipolla)

olio, sale, pepe, rosmarino, timo

pasta a piacere (meglio se all’uovo)

COTTURA: Per i legumi 18-20 ore di ammollo  e un’ora e mezzo/due di cottura – mezz’ora di preparazione finale, incluso tempo di cottura della pasta.

PREPARAZIONE:

Scolare i legumi dall’ammollo, lavarli e cuocerli in acqua fredda per almeno un’ora, provarne la cottura, (in questo caso scolarli non cottissimi, in quanto la ricetta prevede ulteriore cottura). Intanto preparare il brodo vegetale e tenerlo in caldo.IMG_8839

 DSCN5097

Tagliare a pezzetti la cipolla, le carote, la costa di sedano, e metterli a soffriggere a fuoco vivo in una pentola ampia, aggiungere i pachino spezzati a metà e far cuocere lentamente a fiamma più bassa  con coperchio, aggiungendo uno o due cucchiai di brodo se serve. Le verdure non devono tirarsi troppo,ma restare morbide.

Aggiungere i legumi scolati, alzare un pò la fiamma per far soffriggere bene, aggiungere circa mezzo litro di brodo vegetale, e dare ancora 10 minuti di cottura coperta.

A questo punto, se la zuppa è sufficientemente liquida, aggiungere direttamente la pasta, altrimenti allungare col brodo restante e riportare ad ebollizione. La pasta che preferisco è quella grattata all’uovo, ma ogni formato va bene.

Impiattare e condire con un filo d’olio, parmigiano a piacere, qualche aghetto di rosmarino ed un ciuffetto di timo.

DSCN5114

Cerco sempre di introdurre nella mia dieta, ed in quella della famiglia, alimenti sani e sempre diversi, mi piace sperimentare, e vado sempre alla ricerca di sapori che si perdono, tradizioni che stanno per essere dimenticate, (vedi shooting fotografico al quaderno di ricette di mia nonna) ma quella delle cicerchie è la prova che spesso mi lascio prendere la mano…

Per qualche informazione in più, su cosa sia questo legume, sulla sua storia, vi rimando ad internet, che ne sa di certo più di me.

Io ne sono venuta a conoscenza molti anni fa, in un paesino meraviglioso, Castelvecchio Calvisio, vicino al paese di origine di mia nonna, Calascio, a due passi dal più noto, forse, Santo Stefano di Sessanio, meravigliosi borghi dell’aquilano, in mezzo ad una natura stupenda.

In quella zona ancora si coltiva questo antico legume, poco conosciuto ma buonissimo.

Due anni fa, vengo in possesso di un kg di cicerchie, da una contadina che vendeva prodotti del suo orto al mercato dlela mia città; ho deciso che oltre a cucinarla, potevo provare a seminarla per non perdere il seme…ho chiesto asilo nell’orto di papà, e l’ho seminata, seguendo le indicazioni di nonna, visto che nella sua zona di origine, appunto, l’hanno sempre coltivata.

Le piante sono nate, le ho curate e incoraggiate con entusiasmo, strappando a mano tutte le erbacce…insomma, ho avuto il mio piccolo ma soddisfacente raccolto, di cui vado fiera, e  adesso a maggio ripianterò altre piante … mi piacciono tanto queste cose 🙂

IMG_6284 IMG_6866

Annunci

4 thoughts on “Zuppa di cicerchie, o dei legumi che preferite.

  1. Adoro le zuppe, soprattutto di legumi… a proposito di tradizioni che non vanno perse, mia suocera ci mette anche una patata per far venire il tutto piú cremoso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...