Senza latte si può – Piccola guida che avrei voluto trovare quando ho scoperto la mia allergia.

L’idea di questa pagina è nata dal voler creare un piccolo supporto, per chi, (come me) ha allergie alimentari, ma anche per chi si dovesse trovare ad ospitare a casa persone allergiche o intolleranti a- .
Sono stata caldamente incoraggiata anche dal mio allergologo, che mi segue ormai da quattro anni, il quale vedendo come nel tempo sono riuscita ad “aggirare” il problema riuscendo a cucinare (quasi) di tutto, ritiene fermamente che dovrei condividere questo “sapere”

Per prima cosa incomincrei con gli alimenti da evitare; è chiaro che leggere la lista degli ingredienti è d’obbligo, ma è anche vero che a volte si è ospiti o si è fuori casa e non sempre è facile. Molto spesso poi, non ci si immagina che un determinato prodotto possa contenere ingredienti che hanno a che fare con latte & Co., e questo genera errori con conseguenze poco simpatiche.

Altra precisazione. Molti elenchi ingredienti riportano la dicitura “può contenere tracce di”. In pratica sta ad indicare che lo stabilimento produce su una stessa linea produttiva diversi tipi di prodotti. Ad esempio viene prodotto cioccolato fondente che non contiene latticini, dopo che sulla linea produttiva è stato prodotto cioccolato al latte, e questo può implicare contaminazioni anche se in tracce. Personalmente non tengo conto di questo rischio, dopo esplicito “via libera” del dottore di cui sopra, ma ritengo che ciascuno debba regolarsi come ritiene più opportuno.

Oltre ai latticini, che sono ovvi, molte volte si trova latte, polvere di latte, o siero di latte in polvere, o ancora proteine del latte, in altre categorie di alimenti “insospettabili”.

Insaccati, e carni preconfezionate. In particolare prosciutto cotto, mortadella, petto di pollo o tacchino a fette, wurstel, salsicce e salami, sia essiccati che freschi da macelleria, hamburger pronti, spinacine e cotolette panate surgelate spesso contengono derivati del latte come starter per le maturazioni batteriche o come ingrediente. Chiaramente ci sono marche che non ne contengono, e anzi ultimamente trovo indicato spesso sugli incarti “senza derivati del latte”.

Patatine, sia quelle in busta, sia quelle prefritte surgelate. Attenzione alle patatine fritte in pub, o ristoranti che le utilizzano preconfezionate, per esperienza dico che molto spesso, essendo un prodotto lavorato (non patate tagliate ma miscele di ingredienti), contiene i famosi derivati del latte.

Pane. pan carrè, molti pan bauletto, pane da tramezzino, e quindi anche tramezzini nei bar, panini morbidi da hamburger eccetera, vanno sempre controllati per scegliere le marche milk free.

Pizza. Alcune pizzerie, non molte per fortuna, almeno nella mia zona, usano aiutare la lievitazione dell’impasto delle pizze con un pò di latte. Io chiedo sempre prima quando vado in posti che non conosco, e specialmente se sono fuori città.

Succhi di frutta. Giuro. ho trovato un succo di frutta che conteneva latte. In effetti si chiamava succo plus, ma non immaginavo fosse “plus” latte. Me ne sono accorta in maniera molto sgradevole al secondo bicchiere, ma ormai era fatta.

– Prodotti Preconfezionati e prodotti pronti come tortellini, pesto pronto, pasta sfoglia, pasta frolla eccetera, oltre ovviamente a dolci in genere, ma anche qui ci sono molte marche “mangiabili”.

Ho intenzione di aggiungere, presto spero, un altro post del genere, con qualche informazione un pò più nel dettaglio su come sostituire nella cucina quotidiana latte burro panna eccetera, con relative ricette.

(Per la cronaca, quella nella foto non è panna montata, ma meringa cotta 🙂 ), e qui trovate il seguito di questo post.

Annunci

15 thoughts on “Senza latte si può – Piccola guida che avrei voluto trovare quando ho scoperto la mia allergia.

  1. Ma io certe cose non le sapevo e neanche me le immaginavo: le patatine? e la pizza? Provvederò a chiedere e a leggere bene anche quelle etichette. Il problema non è tanto per me, ma per la mia Serena, che, come ti dicevo, abbiamo timore sia intollerante al lattosio. Stiamo aspettando la fine delle scuola per tutti gli esami specifici (ora è troppo sotto pressione con verifiche e studi) ma nel frattempo la sto tenendo a “dieta”: niente formaggi freschi e latte, ma solo quelli stagionati e di capra. Ben questo volevo chiederti … ma quelli di capra vanno bene? (me lo ha detto la pediatra, ma non mi sembra molto ferrata in materia). Grazie cara, un mega abbraccio!!!!!!!
    Manu

    1. ciao Manu. io sono allergica alle proteine del latte vaccino e di capra, perció per me il lattosio è un problema secondario…si, comunque stai attenta a tutti i prodotti lavorati (insaccati, patatine da ristorante e così via). se stai facendo un’esclusione devi tenere conto di due cose: primo, leggi sempre tutte le etichette, al ristorante chiedi, specificando che si tratta di un problema di salute, e non dire mai solo “latte”. specifica anche burro, panna, latticini in genere. Un ristoratore per poco mi uccide una volta, perchè la sua torta di mele era senza latte (ma con burro) e nessuno associa mai allergia al latte e primi piatti con la panna.
      seconda cosa: nei primi tempi ogni contaminazione ti da reazioni abbastanza forti, ma è normale… è l’organismo che si disintossica. Quindi dovrai (dovrà serena) stare attenta a non “sporcare” i suoi cibi con altri ( vedi siero di mozzarelle ecc). un consiglio personale: evitate per un po le pizzerie. a meno di gestori attentissimi, la mozzarella scola e contamina tutto 😉
      quanto al lattosio, il Doc, veterinario, mi dice che anche nel latte di capra c’è lattosio, non so se è lo stesso tipo di zucchero ma chiedi ad un allergologo! stai più sicura!!!

      1. La pizza la preparo io solitamente quindi sono sicura perché la mangiamo tutti senza mozzarella! Per il resto devo stare attentissima .. io per esempio tollero il formaggio di capra, il parmigiano, il pecorino e anche il taleggio. Il resto dei formaggi, diciamo quelli freschi, non riesco … come il latte. Lei ancora non si sa … non mi resta per queste due settimane di tenerla ancora più sottocontrollo in attesa degli esami. Per il burro l’ultimo pezzetto che avevo in frigo (lo usavo per preparare i loro dolci) è finito in pattumiera diretto. Sto usando un burro vegetale che ho fatto io (vegan) tipo margarina oppure, come mi consigli tu, l’olio! Grazie mille per le info, ti terrò aggiornata …
        baci

      2. Manu, fai bene a far da te la margarina, io se potessi, tra il burro ( grasso animale ma poco lavorato) e la margarina ( grasso vegetale non meglio specificato ottenuto tramite processi chimici ) opterei per il burro, ma non posso 😦

      3. Proprio per questo l’ho fatto: Ho cercato, frugato, letto e riletto tantissimi articoli vegani, provato e riprovato e ci sono riuscita. Dovrei pubblicare la ricetta … prima o poi lo faccio…
        Tu hai un gran forza … brava la mia nuova amica !!!
        L’Abruzzo è una delle poche regioni d’italia che non ho ancora visitato … è nei nostri programmi per l’autunno, visto che quest’anno per cambio di lavoro di mauro non facciamo le ferie estive.

      4. ti aspetto manu! e sono felice di esserti di aiuto! aspetto la tua ricetta della margarina! ne ho una da provare anche io ma zero tempo….

  2. Stupendo questo sito, è la mia salvezza!
    Sono una mamma che allatta una bimba meravigliosa di 5 mesi…….5 mesi di continue sofferenze finché abbiamo scoperto che è intollerante alle proteine del latte che ovviamente le trasmetto io con l’allattamento. Ora sto a dieta assoluta da latte e derivati ma finora non ne ho azzeccata una perché, come dici tu, ho scoperto che anche i cibi più insospettabili possono essere micidiali….e la mia piccolina ha continue ricadute…..
    Seguirò i tuoi preziosissimi consigli! Grazie

    1. Ciao Sara. Le tue parole hanno dato un senso alla mia giornata 😉
      Mi dispiace per la tua piccina, e non sai quanto sono felice di poterti essere utile. Ti auguro che sia una cosa transitoria, spesso nei bambini questeintolleranze regrediscono…in ogni caso qui sei in buona compagnia…è tutto milk free, ovviamente. (per qualsiasi dubbio chiedimi pure, per quello che posso, magari su fb sono più immediata nelle risposte)
      Auguri, per la tua recente maternità, vedrai che presto andrà meglio, e ti potrai godere con gioia la tua bimba. Un saluto, a presto! Claudia

    1. Ciao Adele, benvenuta! devo essere sincera, la bavarese mi è ostica. la panna montata non si sostituisce, almeno, io non ci sono ancora riuscita. Uso la meringa italiana, che trovi in giro nel mio blog da qualche parte, ma non ho mai provato ad incorporarla in preparati simili alla bavarese. (forse ti conviene sostituire dolce 😉 )
      Se posso aiutarti in altro modo chiedimi pure!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...